Un’indimenticabile giornata tra le acque turchesi di La Maddalena

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Velieri d'Epoca la Maddalena

Un’indimenticabile giornata navigando tra le acque turchesi del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena a bordo dei nostri velieri d’epoca

Resterete conquistati e sorpresi dalle bellezze del mare e dei luoghi che andremo a visitare, scenari sorprendenti, che faranno di una giornata a bordo un’esperienza unica ed esclusiva. Orario di ritrovo alle ore 09.30 circa, e, dopo un beve e rilassante briefing con il capitano, sarete Voi, i veri protagonisti di questa fantastica esperienza, a tracciare il Vostro itinerario nelle cristalline acque di questo affascinante territorio.

Sarà possibile visitare la famosissima Roccia dell’Orso, Proseguendo verso ovest, di fronte all’isola di Santo Stefano, il villaggio di Porto Rafael svela il lato esclusivo e lussuoso della zona. 

La sua baia più celebre è Cala Inglese, detta ‘piscina di Porto Rafael’

Vicino spicca il tratto bianchissimo di Costa Serena. Poi ecco la bellezza indomabile di Punta Sardegna e le fattezze esotiche di Cala Trana, incastonata tra dune, rocce granitiche, ginepri e lentischi, e caratterizzata da sabbia tendente al rosa. In direzione Santa Teresa Gallura, si trova il paradiso dell’Isuledda o Isola dei Gabbiani. In realtà, è una penisola, unita alla terraferma da un istmo circondato dal mare turchese. 

Nel ‘cordone sabbioso’ si aprono a ventaglio, da una parte, la spiaggia dell’Arenaria, dall’altra Porto Pollo, spiaggia dalla tonalità abbaglianti, accarezzata sempre dal vento: è la località sarda simbolo per funboarder, wind e kite surfer. 

Di fronte al paradiso dei surfisti, si dispiega l’isolotto Cavalli e, in lontananza, le stupende isole maddalenine di Spargi e Budelli.

L’isola di Spargi in veliero d’epoca

Di forma rotondeggiante, l’isola è molto vasta e di aspetto veramente scosceso e selvaggio, in particolare nell’entroterra, ricoperto a tratti da una fitta macchia; nella parte nord-occidentale dell’isola troviamo l’abbandonato porticciolo militare dì Cala Granu, da cui, tramite un sentiero, si sale ad altri resti militari, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale.

E’ conosciuta per le sue spiagge poste sul versante orientale, Cala Corsara, Cala Connari, Cala Granara  e tante altre insenature circondate da grandi rocce di granito scolpite dal vento e da rigogliosa vegetazione che si ferma sino al limite del bagnasciuga, con spiagge dalle sabbie bianchissime e acqua color smeraldo che costituiscono la spettacolarità di quest’isola, la quale si presenta al visitatore come un autentico angolo di paradiso. Di Spargi colpiscono, inoltre, le fortificazioni poste sul versante nord, a picco sul mare, e mimetizzate tra gli enormi massi di granito e la folta macchia che caratterizza l’intera isola.

L’isola di Budelli

Budelli è un’isola appartenente all’arcipelago della Maddalena, ex proprietà privata, situata all’estremo nord della Sardegna presso le bocche di Bonifacio. Fa parte, assieme alle altre isole, del Parco nazionale dell’arcipelago di La Maddalena. L’isola è sempre stata abitata da una sola persona Mauro Morandi, che è anche il custode “eremita”.L’isola di Budelli si trova poche centinaia di metri a sud delle isole di Razzoli e Santa Maria, separata dal passo “Chiecca di Morto”. Ha una superficie di 1,6 chilometri quadrati e uno sviluppo costiero di 12,3 chilometri. Il monte Budello rappresenta il punto più alto dell’isola, raggiungendo la quota di 88 Budelli è considerata una delle più belle isole del Mediterraneo, nonché simbolo del Parco nazionale; è conosciuta anche all’estero per via della sua famosa spiaggia rosa, situata nella parte sud-orientale dell’isola, che deve il suo colore tipico ai frammenti sminuzzati di un microrganismo chiamato Miniacina miniacea.

Call Now ButtonCHIAMA ORA
WhatsApp chat